News

La bandiera della democrazia
Non c'è ancora: inventala tu!

Di bandiere ce ne sono a migliaia. Ci sono quelle nazionali, quelle internazionali, quelle della banda di paese e dell'associazione sportiva. Tuttavia, non è ancora stata ideata una bandiera fondamentale: quella della democrazia.

Ecco perché un gruppo di donne giornaliste di lunga data – Carla Ferrari, Annet Gosztonyi, Rosmarie Waldner e Myrtha Welti (giurista) – hanno indetto un concorso per la 4a, 5a e 6a classe elementare delle quattro regioni linguistiche della Svizzera. «Assieme a 100 classi di tutte le regioni della Svizzera vorremmo colmare questa lacuna. Proprio ora, quando in molti Paesi lo sviluppo democratico ha ripreso vigore e si sta creando una nuova società civile, ci sembra importante, nell’ambito di un dialogo nazionale e internazionale, sviluppare simboli democratici, con i quali alimentare il dialogo sui valori fondamentali della democrazia», scrivono le promotrici dell'iniziativa.

Con il Dipartimento degli affari esteri (DFAE) affidano questo compito di realizzare il simbolo della democrazia nel nostro mondo globalizzato ai giovani, drappo che testimonierà del loro impegno democratico.

Le classi che parteciperanno al concorso riceveranno un CD informativo realizzato per gli allievi del secondo ciclo. A loro disposizione ci sarà anche il sito www.piecefordemocracy.com in 3 lingue, aggiornato costantemente e che riferirà sull'andamento del progetto con brevi reportage sulle classi e sul loro lavoro da loro svolto.

Il termine d'annuncio è stato fissato per l'inizio di settembre 2012, mentre l'invio del materiale da parte delle promotrici avverrà a inizio ottobre dello stesso anno.

In seguito, le classi avranno tre mesi di tempo (fino a fine dicembre 2012) per realizzare la loro bandiera e di descrivere la loro esperienza e le riflessioni fatte durante la creazione della bandiera.

Una giuria, composta di personalità di spicco svizzere, sceglierà le quattro bandiere più significative durante i mesi di aprile e maggio 2013. Le classi vincitrici riceveranno ognuna un premio di CHF 2’000.- che potranno utilizzare per la loro gita scolastica o altri progetti in comune.

Ulteriori informazioni sul progetto
- scarica la documentazione completa (PDF)
- il bando di concorso
- la breve presentazione del progetto

Leggi l'articolo dal titolo "Un ombrello per i diritti dell'uomo".