News

Come sarà una biblioteca fra mezzo secolo?
Prova ad immaginarla, descrivila, raccontala e partecipa al concorso "Castelli di carta" edizione 2012.

La biblioteca del futuro avrà scaffali essenziali di lucido metallo. La biblioteca del 2050 non avrà problemi di polvere, perché i libri saranno pochissimi. Anzi, non saranno più libri. Solo files depositati chissà dove, dall’altra parte dell’Oceano.

La biblioteca del 2050 non avrà più problemi di spazio. Anzi, la biblioteca, fra mezzo secolo non sarà nemmeno più una biblioteca: i libri, elettronici, non avranno più consistenza. E anche i libri vecchi non saranno più un problema, perché nel frattempo programmi internazionali avranno creato gigantesche librerie virtuali. E basterà un click. E i libri elettronici si scaricheranno a migliaia alla volta. E guai a chi non si adegua. E guai a chi resta indietro.

Basta traslochi con cassette delle banane piene di libri. Basta bambini piegati dalla fatica dei libri negli zainetti. Basta pagine, sovraccoperte, fascette. Non ci saranno più trasmissioni sui libri, pagine sui libri, libri sui libri. E le biblioteche, dismesse, potranno essere liberate e riconvertite agli usi più vari: fabbriche, discoteche, ristoranti, uffici, studi televisivi.

La biblioteca – sapete? – ha gli anni contati. E il mondo sarà migliore e più pulito. E guarderemo ai nostri vecchi libri polverosi con un sorriso: quanto ci eravamo sbagliati creando queste sproporzionate ‘cattedrali del sapere’. Quanti soldi buttati, quante risorse, quante persone, quanto tempo. La biblioteca del 2050 non esisterà più, e il mondo del futuro sarà migliore.

O almeno questo è quello che qualcuno potrebbe pensare, immaginando una biblioteca fra mezzo secolo, resa una specie di monumento vuoto dall’invasione del digitale. Ma forse le biblioteche potrebbero anche solo trasformarsi, diventare qualcosa d’altro: luoghi dove i libri e la cultura saranno magari solo un pretesto, un motivo, un punto di partenza.

Immaginare la biblioteca fra cinquant’anni è lo spunto per i racconti del Concorso letterario «Castelli di carta», edizione 2012.

Premi

Le 12 opere (4 per la categoria ragazzi e 8 per la categoria adulti) scelte dalla giuria saranno pubblicate dalla Casa editrice Messaggi Brevi e dalla Biblioteca cantonale di Bellinzona.

Categoria ragazzi

4 buoni del valore di CHF 250.00 l'uno, offerti dalla Banca Raiffeisen.

Categoria adulti

2 buoni del valore di CHF 500.00 l'uno (estratti a sorte), offerti dalla Banca Raiffeisen. Date estro alla vostra fantasia inviando il vostro testo
entro giovedì 28 giugno 2012
all'indirizzo

Castelli di carta 2012
Biblioteca cantonale di Bellinzona
Viale S. Franscini 30a
6501 Bellinzona

Per ulteriori informazioni passa al sito "Castelli di carta"